Fare trekking: il racconto di un amico lontano


Le lezioni di vita da avventura Trekking

Quasi un decennio è passato dal momento che dedicato la mia vita a viaggiare e e fare trekking attraverso l’Himalaya. Non c’è dubbio che il trekking offre il brivido finale che anelo costantemente, ma c’è molto di più al trekking di esercizio e adrenalina giunchi. Insieme avventura, viene fornito un mezzo di felicità e di ispirazione. Ad ogni passo, imparo qualcosa di grande circa vita.

Un trekking attraverso i sentieri contorti dell’Himalaya, vi porterà su e giù, su e giù, destra e sinistra, a sinistra poi a destra e tutto nuovo. Anche se mi stanco di questi colpi di scena, ancora trekking in avanti. Mentre trekking attraverso l’Himalaya, ho dovuto affrontare sfide continue come attraversare laghi, arrampicata su massi enormi e istantanea meteo cambia. I miei piedi erano gonfie e alcuni membri del gruppo trekking mi ha consigliato di tornare indietro, ma non si arrende. Ero andato finora e non completando il viaggio sarebbe stato una grande delusione. Ho deciso di dimenticare il dolore e completare il viaggio. Quando abbiamo raggiunto la Valle dei fiori, l’incantevole bellezza di madre natura è valsa la pena il dolore.

Nella vita. Il trekking è uno sport indipendente anche quando fatto con gli altri. Spetta a voi per te arrivare a vostra destinazione e ritorno. Se non si dispone di un ottimo collegamento con un pilota di elicottero o può convincere uno dei vostri compagni di trekking per portarti giù una montagna, la responsabilità sarà tua.

Non c’è niente d’mpossibile

Arroccato ad un’altezza di 29.029 piedi, il Monte Everest è la montagna più alta della terra. Arrampicata e nei tuoi sogni potrebbe essere una lotta, ma molti scalatori determinati hanno reso una realtà. Nel 1953, Edmund Percival Hillary e Sherpa Tenzing Norgay furono i primi due campioni di sperimentare le sue alture inaccessibili. Non hanno ascoltato quando la gente diceva 29.029 piedi è stato un traguardo impossibile e ora i loro nomi sono famosi tra gli appassionati di trekking.

Ero abbastanza sorpreso quando il mio amico mi ha detto che il nostro viaggio attraverso l’Himalaya dovrebbe includere un trekking attraverso un fiume ghiacciato. Ho pensato che in realtà egli stava scherzando, ma scopre che era completamente serio. Nostro trek ha cominciato a Chilling Valley e giunse al fiume congelato nella pittoresca valle dello Zanskar. Abbiamo sfidato le temperature agghiaccianti e a volte ci siamo sentiti come rinunciare. L’unica cosa che volevamo era un hotel letto e doccia calda, ma erano miglia di distanza. L’esperienza di attraversare un fiume ghiacciato in Himalaya, mentre duro, era incredibile. Mi ha motivato, ho pianto di gioia e completato il viaggio. I ricordi resteranno sempre impressi nel mio cuore e li custodirò per sempre.

Nella vita. Ci imbattiamo in molte cose che sembrano improbabili come queste vette insormontabili; Ci sono obiettivi che sentiamo sono impossibili da raggiungere. Tuttavia, nulla è impossibile. Se ho davvero il desiderio e la determinazione a fare qualcosa, nessuno può fermare me – trekking aiuta a trovare persone che guidano all’interno di se stessi.

Il viaggio è più importante della destinazione

Trekking spedizione dello scorso anno a Chopta Chandrashila nel maestoso Garhwal Himalaya è stato gratificante lontano prima della destinazione finale. Il modo è riempito con una miriade di meraviglie naturali. Ci sono prati fioriti delicatamente tenerezze con la terra, quindi intriso di neve Himalayan picchi baciare l’azzurro del cielo. Il trekking è un approvvigionamento continuo di milioni panorami di dollari. La sensazione di essere parte di questo bellissimo ambiente era modo più dolce e più soddisfacente rispetto a raggiungere la destinazione.

Nella vita. Questo mantra di godersi il viaggio dovrebbe essere applicato a qualsiasi situazione – godere ogni momento della vita, a casa, su una montagna, o al lavoro.

Se alla fine è valsa la pena, probabilmente non sarà facile arrivarci

Qualcuno ha mai sentito parlare del trekking Kalindikhal? Il big daddy di tutti i trekking. Se sì, allora probabilmente sapete che è davvero necessario disporre di un tipo speciale di stomaco per provarlo. Anche se io sono un appassionato di avventura con esperienza, questo viaggio mi ha fatto spingere me stesso. La strada è bloccata da moody, osso-congelamento meteo, alta quota, scivoloso terreno innevato ed enorme sia crepacci stordimento e sfidando la morte. Ma alla fine, Kalindikhal Pass ad un’altezza di 19500 piedi, di tenere a mente per motivare te stesso. È un successo di tempo di vita per qualsiasi trekker di avventura.

Nella vita. Lo stesso è il caso con la vita. Tutti quegli obiettivi e sogni che vale la pena di raggiungere – che ci offrono i migliori momenti della nostra vita – non vengono mai facilmente. È necessario affrontare il meteo sfavorevole e sopportare il cerchietto di spine, per renderlo per le ricompense migliori.

Avere fede in te stesso

Il fiume congelato Trek è uno dei trekking più popolari del Ladakh, ma camminando sopra un sottile strato di fiume congelato non è di tutti tazza di tè. Quando ho sentito parlare questo trek, mi ha dato la pelle d’oca, e ho deciso di non farlo. Dopo aver sentito un po’ di più l’esperienza, il mio no è diventato infine un sì e sono andato per esso. È stata una grande decisione. Ho quasi perso su un trekking incredibile a causa di dubbio.

Nella vita. Questo è spesso il percorso migliore. Si deve saltare, anche se non ti senti completamente pronto. In caso contrario, vi permetterà di trascorrere tutta la tua vita preparando e in attesa di momenti perfetti che non verrà.

Non avrei mai immaginato le sfide e ricompense di trekking mi avrebbero insegnato tanto sulla vita, ma io ho promesso di implementare tutti. E tu? Sei pronto a iniziare il trekking?

Se ti sono stato di aiuto o ti è piaciuto l'articolo puoi aiutarmi condividendolo...grazie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *