Come si fa ad aprire un blog e guadagnare?

come aprire un blog socialblogSe sei uno a cui piace scrivere, ti piace il fatto che gente sconosciuta legga quello che scrivi e pensi, se ti piace condividere le tue idee col mondo attraverso un tuo sito web e cerchi un modo per guadagnare con qualcosa che ti appartenga investendo anche solo il tuo tempo, il miglior modo per farlo è sicuramente quello di aprire un blog! Aprire un blog è molto semplice ed è anche gratuito se si sfruttano piattaforme nate per fare blogging come wordpress.com, blogger.com o tumblr.com solo per citarne alcune. Grazie a queste piattaforme potremo creare il nostro blog gratuito con url del tipo www.nomemioblog.wordpress.com se ad esempio scegliessimo wordpress, se invece volessimo avere il nostro bel blog con dominio tipo www.nomemioblog.it è necessario acquistare un spazio web e registrare contemporaneamente il dominio se disponibile.

Ma è veramente così facile aprire un blog?

Diciamo subito che così come avviene in natura anche sul web ogni giorno nascono e muoiono blog. Di quelli che sono in vita una grande quantità non produce reddito per chi li cura e alla lunga finiscono per chiudere perdendo tutto il lavoro svolto.

Ad ogni modo la risposta è: si, aprire un blog è facile, ma bisogna saper scegliere gli strumenti giusti ed avere un progetto valido per evitare una fine prematura.

Quali sono gli strumenti per aprire un blog?

Anche un blog come un’automobile ha bisogno di un motore, di una strada (magari non intasata e senza buche), di carburante e magari di compagnia giusta per allietare il viaggio del blogger.

Il motore del blog

Come si crea un blogIl migliore cms progettato per fare blog è sicuramente wordpress. Questo cms è completamente gratuito, facile da installare e da configurare, ha numerosissimi plugin gratuiti per personalizzare e migliorare il blog (dalla condivisione sui social alla ottimizzazione seo, dai feed articoli ai widget social) ed ovviamente una vastissima scelta di template gratuiti. Oltre a template e plugin gratuiti ci sono anche quelli a pagamento che offrono maggiori vantaggi.

La strada sulla quale far viaggiare il blog

Per poter sfruttare al massimo le potenzialità di wordpress ed avere un blog al top è importantissimo scegliere un’hosting performante, questo perché vogliamo maggiori possibilità di avere un blog veloce. La velocità di caricamento, infatti, è un fattore SEO oltre che, cosa più importante, evita l’abbandono del blog da parte del visitatore stanco di aspettare di poter leggere. Ci sono vari hosting più o meno economici che offrono elevate prestazioni, ma considerando che non vogliamo spendere molto (soprattutto se siamo in start-up) il mio consiglio è di scegliere l’economico web4web, un hosting italiano che per soli 25€ annui offre: la registrazione del dominio, 500MB di spazio, 40.000MB di traffico mensile, terzi livelli, E-Mail, Alias e database MySQL illimitati, il che significa tutto quello che ci serve per installare il nostro cms wordpress.

Se invece preferite subito partire a tutto gas non sbagliate scegliendo siteground, un hosting nato per far volare wordpress che offre un servizio di altissimo livello (in inglese) con un up-time mensile del 99,999% e annuale del 99,996%, con installazione gratuita di WordPress (ideale per chi è alle prime armi), assistenza tecnica legata all’hosting, ma anche a WordPress, plugin e temi, e molto altro ancora per poco meno di 60€ annui!

Il carburante per il blog

Questa ovviamente è una scelta soggettiva, scegliere l’argomento o gli argomenti da trattare spetta all’amministratore del blog, ma è molto importante non far mancare mai del carburante. E’ importantissimo per non far fermare il nostro blog e per far aumentare le visite e quindi la possibilità di eventuale guadagno. Già…il guadagno, il 99,9% degli interessati ad aprire un blog lo fa perché vorrebbe giustamente guadagnarci qualcosa. Anche chi apre un blog per il solo piacere di scrivere le proprie idee finisce per cercare il modo di guadagnare con un blog.

Ok, quindi vogliamo farci dei soldi per cercare di vivere meglio e per farlo abbiamo bisogno di studiare meglio il nostro progetto di blog. Per fare ciò dobbiamo necessariamente definire un obbiettivo ad esempio rispondendo a domande del tipo “il blog lo uso per farmi conoscere e magari un domani trovare un lavoro?” oppure “mi serve per trovare clienti per un’attività già avviata?”. Definire un target di lettori è lo step successivo e per fare ciò dobbiamo decidere che argomento o argomenti trattare, infatti in base a questo potremo avere oltre ad un pubblico più o meno ampio anche una concorrenza più o meno ampia. Già, la concorrenza…bisogna tenerne conto, perché più gente tratta il tuo stesso argomento e più sarà difficile farti notare e richiederà molto più impegno di quanto mediamente ce ne vuole, rischiando quindi di di fare la fine di quei blog morti prematuramente. Qualsiasi sia il carburante da te scelto il mio consiglio è di dedicare una porzione di cervello che anche quando non sei sul blog comunquel elabora quello che vede in giro e cerca di farsi venire una idea per un articolo o un argomento da sviluppare poi anche una o due ore al giorno per scrivere delle bozze possono essere sufficienti, importante è avere continuità (soprattutto all’inizio) e pazienza se non si vedono dei risultati. Non dimenticate che è impossibile avere successo senza provarci!!! Non arrenderti e pensa che infondo il tuo blog personale ti sta costando solo poche decine di euro l’anno ed in cambio stai invece creando qualcosa che potrà cambiarti la vita da un momento all’altro.

Ricapitolando, fino ad ora abbiamo visto quanto semplice (ed anche gratuito se non vogliamo guadagnarci) sia aprire un blog, creare un progetto e farlo crescere invece è un po’ più complicato. Vediamo ora se può essere ancora più complicato farci “naturalmente” dei guadagni.

Guadagnare con un blog è difficile, ma non impossibile

Ogni euro guadagnato grazie al blog sarà stato il frutto di fatica, sudore, cadute e rialzate, ma soprattutto di pazienza e tanta tanta passione per quello che stai facendo. Per poter realizzare dei guadagni ci vorrà del tempo, in molti casi troppo tempo per poter pensare di vivere di blog. Poi bisognerà essere convinti in quello che si fa e saper accettare le critiche, perché ci sarà sempre qualche utente a cui non piacerà quello che scrivi, o qualcuno a cui magari piace e pretende aiuti gratis perché vuole guadagnarci lui, come se tu blogger sei lì per aiutare il prossimo non avendo niente meglio da fare.

Dietro ad ogni articolo che scriverai avrai speso ore, giorni e in alcuni casi anche settimane per poter tirare fuori qualcosa di utile o solamente bello e piacevole da leggere. Ricorda che il tuo tempo ha sempre un valore, anche un solo link verso il tuo blog potrà essere un segno di ringraziamento per un aiuto o una idea.

Come si può guadagnare con un blog?

La pubblicità è sicuramente il modo più immediato e semplice per provare a guadagnare qualcosa. Ci sono servizi come Google Adsense, Bidvertiser, Tradedoubler che permettono di guadagnare inserendo delle pubblicità nel blog. I termini di utilizzo e tutte le informazioni sui servizi li troverete sulle rispettive home page. Per riassumere il funzionamento di questi servizi in poche parole, quando inserirete le pubblicità sul blog quadagnerete qualcosa su ogni click fatto sui banner pubblicati.

Per guadagnare non ci sono ricette particolari, serve inventiva e bisogna cercare di scrivere post interessanti per far conoscere il blog sul web.

Come si sponsorizza un blog?

Per rendere visibie un blog nuovo bisogna sicuramente creare pagine ufficiali dedicate al blog su tutti i maggiori social network, Facebook, Twitter e Google+ per citarne alcuni, segnalare ogni articolo del blog sui servizi di social news tipo OKNotizie o Diggita proponendo contenuti utili e interessando l’utenza.

Quando avrete creato una buona base di visitatori, potrete guadagnare col blog quasi in modo naturale. Ovviamente quando avrete acquisito una buona visibilità ci saranno anche aziende interessate a pubblicare dei post sponsorizzati o delle recensioni sui loro prodotti, in questo caso sarai tu a deciderne il costo o cosa volere in cambio.